[ Salta i menù e i servizi e vai direttamente ai contenuti ]

[ Salta al Menù orizzontale ]

In questa pagina sono disponibili i seguenti servizi:
Menù orizzontale [1];
Lingua [2];
Ricerca [3];
Menù di navigazione[4];
Contenuti;

[ Torna all'inizio della pagina ]

[ Salta alla Lingua ]

[ Torna all'inizio della pagina ]

[ Salta alla Ricerca ]

[ Torna all'inizio della pagina ]

Leggi la Notizia

“Ciao Cappellone”, la storia di Mauro Sarzi per raccontare la costituzione ai bambini: giovedì la presentazione (martedì 17 maggio 2011)

 

La storia di una famiglia di burattinai per insegnare ai più giovani il rispetto, la tolleranza, la legalità e gli altri valori universali su cui fonda la nostra Costituzione. È l’idea di “Ciao Cappellone”, progetto artistico-pedagogico dell’associazione culturale Human Arts, tratto dalla sceneggiatura scritta nel 1967 da Gianni Rodari per i burattini di Otello Sarzi. Oggi “Ciao Cappellone” – già premiato nel 2010 dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano – è diventato un libro. L’autore, Carlo Baldi, ripercorre la storia della dinastia dei Sarzi, burattinai da più generazioni. In particolare, l’attenzione di Baldi si concentra sulla storia di Mauro Sarzi, regista, arte-terapista e convinto sostenitore dei valori promossi attraverso l’opera ispirata al racconto di Gianni Rodari per spiegare la Costituzione ai più piccoli.

Il tour di presentazione del libro farà tappa anche in Sardegna. Dopo l’incontro fissato per domani nella sede della Provincia di Cagliari, “Ciao Cappellone” arriverà anche a Sassari. Giovedì 19 maggio, alle 18, nella sala Angioy della Provincia di Sassari, in piazza d’Italia, il libro verrà presentato dal presidente della Provincia, Alessandra Giudici, alla presenza delle autorità e degli altri ospiti invitati dal presidente della Human Arts, Daniele Sanna, a rendere omaggio agli ospiti d’onore, ossia l’autore e il protagonista del libro, Carlo Baldi e Mauro Sarzi.

[ Torna all'inizio della pagina ]