[ Salta i menù e i servizi e vai direttamente ai contenuti ]

[ Salta al Menù orizzontale ]

In questa pagina sono disponibili i seguenti servizi:
Menù orizzontale [1];
Lingua [2];
Ricerca [3];
Menù di navigazione[4];
Contenuti;

[ Torna all'inizio della pagina ]

[ Salta alla Lingua ]

[ Torna all'inizio della pagina ]

[ Salta alla Ricerca ]

[ Torna all'inizio della pagina ]

Leggi la Notizia

Giunta provinciale, cambio in casa UPC: al dimissionario Piermario Manca subentra Gaetano Ledda. (mercoledì 17 ottobre 2012)

Cambia il rappresentante dell’Unione popolare cristiana in giunta. A Piermario Manca, che stamattina ha formalizzato la decisione di dimettersi – assunta da tempo «per ragioni personali» - subentra Gaetano Ledda, che dall’ottobre del 2008 siede in consiglio provinciale all’interno dello stesso gruppo Upc. A lui il presidente della Provincia di Sassari, Alessandra Giudici, ha affidato le stesse deleghe ricoperte per due anni e mezzo dal suo predecessore: Patrimonio ed Edilizia scolastica.
Sposato, tre figli, 48 anni, commerciante all’ingrosso nel campo della ristorazione, Gaetano Ledda è nato a Nuoro e vive a Bono. Dal 1997 al 2001 è stato sindaco di Esporlatu, dal 2001 al 2006 consigliere comunale. Per dieci anni consigliere nella Comunità montana del Goceano, è in consiglio provinciale dal 2008 e dal 2010 è capogruppo dell’Upc. Quattro mesi fa è stato eletto nel consiglio comunale di Bono. «Assumo l’incarico che mi viene affidato oggi a nome di tutto il Goceano, area dalla quale provengo e nella quale sono stato eletto due anni e mezzo fa», dice Gaetano Ledda. «Ringrazio Alessandra Giudici per la fiducia accordatami – prosegue Ledda – segno dell’attenzione che l’amministrazione riserva anche alle aree geograficamente più periferiche del suo territorio». Il suo impegno «sarà rivolto a tutto il territorio provinciale – chiude – per contribuire al tentativo di risolvere collegialmente i problemi che affrontiamo».
«In questi due anni e mezzo ho potuto lavorare con persone straordinarie e instaurare ottimi rapporti lavorativi e di amicizia», ha scritto invece Piermario Manca nella lettera inviata ad Alessandra Giudici per spiegare le dimissioni «irrevocabili e legate esclusivamente a motivazioni di carattere personale, e in particolare a future scelte che mi accingo a intraprendere». Ringraziando il presidente per la fiducia dimostrata, Piermario Manca ha voluto spendere parole di riconoscimento per il dirigente, i funzionari e i tecnici del settore Patrimonio ed Edilizia scolastica. Per Alessandra Giudici, «grazie alla sua straordinaria esperienza e alla grandissima passione che ha messo nel suo lavoro, Piermario Manca ha contribuito a rendere efficace l’azione collegiale di questa amministrazione».

[ Torna all'inizio della pagina ]