[ Salta i menù e i servizi e vai direttamente ai contenuti ]

[ Salta al Menù orizzontale ]

In questa pagina sono disponibili i seguenti servizi:
Menù orizzontale [1];
Lingua [2];
Ricerca [3];
Menù di navigazione[4];
Contenuti;

[ Torna all'inizio della pagina ]

[ Salta alla Lingua ]

[ Torna all'inizio della pagina ]

[ Salta alla Ricerca ]

[ Torna all'inizio della pagina ]

Leggi la Notizia

Edilizia, da Sassari verso la conferenza regionale. La Provincia: «i problemi sono noti, ora le soluzioni» (lunedì 3 dicembre 2012)

«Tracciare un percorso che ci porti a una conferenza regionale che sappia indicare le soluzioni concrete per superare la crisi anziché analizzare per l’ennesima volta l’entità e le cause del problema». È il manifesto programmatico promosso dall’assessore provinciale del Lavoro, Rosario Mumesci, e condiviso dalla Consulta delle costruzioni del Nord Ovest Sardegna e dai Comuni di Sassari, Alghero e Porto Torres. Nei mesi scorsi i tre Comuni dell’Area di crisi avevano sottoscritto insieme alla Provincia un protocollo promosso dai rappresentanti delle associazioni datoriali e sindacali del comparto.
Due giorni fa gli stessi attori istituzionali, sociali ed economici si sono incontrati con l’obiettivo di fissare le priorità da sottoporre all’attenzione degli assessori regionali dell’Industria, della Programmazione e degli Enti locali, Alessandra Zedda, Giorgio La Spisa e Nicola Rassu, che per lunedì 3 dicembre alle 11 hanno convocato un incontro sul tema delle costruzioni e dell’edilizia. All’appuntamento fissato nella sala conferenze dell’ex convento del Carmelo di viale Umberto, a Sassari, il presidente della Provincia di Sassari, Alessandra Giudici, ha ritenuto opportuno invitare tutte le associazioni di categoria, le organizzazioni sindacali e i Comuni del Nord Ovest Sardegna. «Consideriamo l’appuntamento di lunedì propedeutico a una conferenza regionale, che produca concreti interventi normativi e finanziari a sostegno di un comparto che storicamente rappresenta per il nostro territorio una voce di primaria importanza sul piano economico e occupazionale», ha spiegato Alessandra Giudici nella lettera attraverso cui, aderendo alla richiesta rivoltale dall’assessore Zedda, ha esteso l’invito a tutti i rappresentanti istituzionali, economici e sindacali del Nord Ovest Sardegna.

[ Torna all'inizio della pagina ]